• etichette adesive per merci pericolose ADR
  • etichette adesive per merci pericolose ADR
  • etichette adesive per merci pericolose ADR

Targhe adesive ADR per Container

Etichette materiali pericolosi ADR per Container
Personalizzati per grafica e dimensione
Preventivi in 24 ore

Disponiamo e produciamo qualsiasi tipo di etichette adesive ADR di pericolo progettate e realizzate in conformità alle Normative per il trasporto di Merci Pericolose ADR – IATA/ICAO – IMDG/IMO – RID.

Le etichette adesive ADR si possono produrre di vari formati: formati per collo (applicabili su scatole in cartone, casse in legno, fusti in metallo, taniche in plastica, pallet filmati, etc.) o per container (applicabili su veicoli, cisterne, compartimenti speciali).

Disponiamo inoltre di pannelli di pericolo, sia neutri che con la possibilità di indicazione del relativo numero ONU (tutti i numeri ONU disponibili).

Le nostre etichette adesive ADR e i nostri pannelli adesivi sono progettati e realizzati in conformità agli standard tecnici richiesti dalle Normative per il trasporto di Merci Pericolose e sono disponibili in adesivo permanente con resistenza in acqua marina superiore a 90 giorni in conformità alla Normativa IMDG Code.

 

I maggiori campi di applicazione sono:
• Applicazioni su container , furgono e camion
• Applicazione su scatole contenitori e barattoli

 

Classe 1: Materie ed Oggetti pericolosi

Soggetto all’esplosione divisione 1.1 Soggetto all’esplosione divisione 1.2 Soggetto all’esplosione divisione 1.3 Soggetto all’esplosione divisione 1.4
Soggetto all’esplosione divisione 1.5 Soggetto all’esplosione divisione 1.6

Classe 2: Gas

Gas Infiammabile. Gas Infiammabile.La fiamma può essere di colore bianco Gas non infiammabile e non tossico Gas non infiammabile e non tossico. La bombola può essere di colore bianco
Gas tossico

Classe 3: Materie liquide infiammabili

Materie liquide infiammabili Materie liquide infiammabili.Fiamma di colore bianco

Classe 4.1: Materie solide infiammabili, Materie auto-reattive ed esplosivi solidi desensibilizzati

Pericolo di incendio, materia solida infiammabile

Classe 4.2: Materie soggette ad accensione spontanea

Pericolo di infiammabilità spontanea

Classe 4.3: Materie che, a contatto con acqua, sviluppano gas infiammabili

Pericolo di emanazione di gas infiammabili a contatto con l’acqua Pericolo di emanazione di gas infiammabili a contatto con l’acqua

Classe 5.1: Materie Comburenti + Classe 5.2: Perossidi Organici

Pericolo di attivazione di un incendio Perossido organico

Classe 6.1: Materie Tossiche + Vlasse 6.2: Materie Infettanti

Materie Tossiche Materie Infettanti

Classe 7: Radioattivi

Radioattivi altre etichette I – II – III – Fissile

Classe 8: Materie Corrosive

Materie Corrosive

Classe 9: Materie e Oggetti pericolosi diversi

Materie e Oggetti diversi che presentano pericoli differenti da quelli che sono contemplati dalle altre etichette

Pericolo per l’ambiente

Inquinamento marino

Rifiuti + Materia trasportata a caldo

Rifiuti ADR Materia trasportata a caldo

Etichetta n°11 Frecce di Orienatmento + Etichette per le merci in quantità Limitata

Frecce di orientamento Marchio quantità limitate

Il numero di identificazione del pericolo (Kemler) / Numero Onu

Il numero di identificazione del pericolo (Kemler)/Numero Onu è posto sulle fiancate dei mezzi che trasportano merci pericolose; serve per identificare il tipo di pericolo e il tipo di materia trasportata; in caso di incidente, comunicando ai vigili del fuoco i numeri riportati sul pannello, si fornisce un valido aiuto per stabilire le metodologie degli interventi di soccorso Il numero posto sulla parte superiore (Kemler): è composto da due o tre cifre. La prima cifra indica:
2- Gas;
3- Liquido infiammabile
4- Solido infiammabile
5- Materia comburente o perossido organico
6- Materia tossica
7- Materia radioattiva
8- Materia corrosiva
9- Materia pericolosa diversa
La seconda e terza cifra indicano:
0- La materia non ha pericolo secondario (resta valida l’indicazione del pericolo principale espresso dalla prima cifra);
1- Esplosione;
2- Emissione di gas dovuta a pressione o reazione chimica;
3- Infiammabilità;
5- Proprietà comburenti;
6- Tossicità;
8- Corrosività;
9- Pericolo di esplosione violenta dovuta a decomposizione spontanea o a polimerizzazione.
Il numero di identificazione del pericolo preceduto dalla lettera “X” indica che la materia reagisce pericolosamente con l’acqua. Il numero nella parte inferiore (Onu) è composto da quattro cifre ed identifica la materia trasportata in base alla denominazione chimica e alla sua classificazione.